Catania: arriva la rassegna DA SEMPRE PIU’ DI PRIMA

La città di Catania si prepara ad accogliere il 25 gennaio la prima rassegna di Cinema-Letteratura-legalità DA SEMPRE PIU’ DI PRIMA con la conduzione di Alfia Milazzo e Beppe Convertini. Antonio Chiaromonte ne è l’ideatore sostenuto dalla fondazione  La Città Invisibile e l’Associazione Antimafia e legalità, promossa dall’avvocato Enzo Guarnera.

 

La scelta della conduzione di Beppe Convertini è stata voluta dal produttore cinematografico Antonio Chiaromonte: alla conduzione recente di La Vita in Diretta Estate su Rai 1 e attualmente impegnato nella conduzione di Linea Verde al fianco di Ingrid Muccitella. Inoltre a rendere la rassegna ancor più prestigiosa è la presenza della giornalista e conduttrice Lisa Marzoli. Professionale ed affermata nel suo settore ha conquistato negli anni l’ammirazione di molte persone. La sua carriera risale al 2004 con l’esperienza da autrice per il programma Rai Uno Estate e uno Mattina Estate. Economia e lavoro, Costume e Società sono le rubriche delle quali si è occupata dal 20907 su Rai 3. Le sue numerose conduzioni hanno trattato argomenti diversi e questo fa di lei una giornalista a tutto tondo. Oggi impegnata nella conduzione del Caffè di RaiUno.

 

La kermesse ha già ottenuto successo con la messa a disposizione dei 300 biglietti. Nell’insieme si prospetta un incontro ad alto livello istituzionale,  culturale per città catanese. Il coinvolgimento dei maggiori esponenti legati alle figure di legalità ma anche associazioni di volontariato faranno sì che si edifichi un evento costruttivo anche per il futuro dei giovani.

 

Antonio Chiaromonte, presidente della casa cinematografica CinemaSet, ha dichiarato che “, “anche durante le festività natalizie, nessuno di noi si è fermato. Abbiamo già ultimato da tempo l’organizzazione della rassegna di Catania, stiamo già lavorando e approntando  quella di Roma che sarà svolta nel maggio del 2020. Posso annunciare che per l’evento di Catania, cosi come quelli programmati a Roma, Firenze e Milano, saranno  tantissimi  gli ospiti provenienti dal mondo del  cinema, della televisione e della letteratura che hanno condiviso felicemente il mio progetto. Questa è una occasione unica per far respirare ai giovani, e non solo a loro, l’aria della legalità attraverso  il cinema e la letteratura. Non sono i premi che stiamo ricevendo in appena due mesi dalla presentazione del film che possono esaltarmi , certamente riempiono di gioia,  fa sempre piacere riceverli, soprattutto e maggiormente per tutti coloro che hanno contribuito a questo mio nuovo progetto. Ma sono i giovani che ci hanno premiato che con  l’espressione dei loro visi, dei  loro  occhi , della loro attenzione su questo  ultimo progetto realizzato che, fino ad oggi, hanno visionato il film di «Io Ho denunciato» che mi rendono particolarmente felice  . Siamo arrivati , con gli ultimi  dati ufficiali che mi sono pervenuti pochi giorni fà a quasi duemila  giovani studenti che hanno visto il film ad oggi , complimentandosi con la nostra equipe e con l’autore Paolo De Chiara . Questo è  stato il miglior premio che potevo ricevere. E pensare che nel 2020 sono già oltre trenta gli istituti scolastici in Italia che hanno prenotato la proiezione del nostro ultimo film , si prevede che saranno oltre 7000 studenti per l’anno prossimo che assisteranno al film  . Tutto ciò mi  ha reso una gioia immensa, nel cercare di raccontare, far conoscere, semplificare e provare a condividere, attraverso questo cinema, che loro non sono e non saranno mai soli. Troppi ragazzi imitano le fiction su storie raccontate sull’illegalità, che secondo il mio punto di vista non sono assolutamente educativi, anzi spesso i giovani utilizzano i loro linguaggi, i loro atteggiamenti  e penso che adesso sia arrivata l’ora di smetterla. Alcune di queste fiction, che offrono spettacolarità in senso negativo, servono solamente a fare business ed è per questo che la cinematografia e la letteratura devono proporre dei prodotti migliori, diversi da questi personaggi negativi. Le istituzioni italiane devono dare loro una prospettiva di lavoro e di sport, che possa educarli alla lealtà e al rispetto delle regole perché, altrimenti,se non saremo tutti uniti, tutto ciò che stiamo realizzando sarà vano. Mi faccia concludere ringraziando l’autore del film, il giornalista Paolo De Chiara, coaudiuvato dall’avvocato Enzo Guarnera, le due organizzazioni del territorio siciliano “La Città Invisibile” e  l’Associazione“Antimafia e Legalità” che si sono prodigate affinché l’evento fosse organizzato nel migliore dei modi e con loro collaboreremo anche in futuro  . Ringrazio il regista del film «Io Ho Denunciato»,Gabriel Cash e tutti gli attori e la troupe che hanno  contribuito fortemente affinché questo film diventasse un successo. Infine, ringrazio pubblicamente i miei diciotto collaboratori della CinemaSet che stanno lavorando senza sosta sui progetti programmati e nell’organizzazione con gli istituti scolastici per la proiezione del film. Desidero, inoltre, ringraziare tutte le autorità e le istituzioni italiane, nessuno escluso, per la fiducia, per l’aiuto e la collaborazione che mi hanno dato in questi anni, affinché questo nuovo progetto, che ci vedrà impegnati per altri tre  anni a partire dal 2020 , potesse andare in porto”.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *